La grande sfida: il nostro futuro.

 


Siamo già entrati in una fase che sarà la più importante per la Polizia di Stato degli ultimi trent’anni. Le statistiche indicano che a dicembre 2024 saranno collocate in quiescenza almeno 20.000 poliziotti su un totale di 96.000. Una rivoluzione che travolgerà soprattutto la nostra Provincia con una media anagraDica del personale tra le più alte d’Italia. Nei prossimi anni interi uffici o reparti si svuoteranno.
Il blocco delle assunzioni attuato dai precedenti Governi ha rimodulato le aspettative di trasferimento riducendo i tempi di attesa da 20/15 anni a 6/5.
Oggi le richieste di trasferimento per la Provincia, riguardo il ruolo assistenti/ agenti, sono solo 16 rispetto alle 60/50 di qualche anno fa. Un abisso.
I problemi ereditati da un decennale scellerato taglio delle assunzioni ha generato un ambiente vecchio e la drastica riduzione del personale. La Polizia Stradale maceratese è scesa a 63 unità, la Polizia Postale a 4, il Commissariato da
60 a 40 e la Questura con tutte le sue carenze fatica a decollare.
Analizzate le difficoltà dei colleghi e dei relativi Uffici, tenuto conto dei pensionamenti del prossimo anno, attraverso un’accurata proiezione di questa O.S. conclusa proprio in questi giorni, servirebbe da subito l’assegnazione in provincia di almeno 60 operatori da suddividere tra Commissariato, Questura, Polizia Stradale di Camerino - Macerata- Civitanova Marche e Polizia Postale.
Le difDicoltà quindi sono vaste, generalizzate, incancrenite, con l’età media anagrafica al limite.
Entro Dine anno saranno assegnati solo 11 operatori che verranno suddivisi tra Commissariato e Questura. Per l’ennesima volta nulla per Postale e Stradale. Compito del SIULP sarà quello di sensibilizzare gli organi competenti al Fine di denunciare la grave carenza di personale.
Con i prossimi reintegri ci auguriamo venga programmato
dall’Amministrazione un organizzato e funzionale ricircolo di personale “per e da” gli UfDici più disagiati o meno ambiti. Per favorire ricambi periodici e nuove opportunità per tutti. Che si tenga conto delle necessità, difDicoltà ed aspirazioni di tutti i colleghi. In questo momento così determinante, con lo spirito collaborativo e costruttivo che da sempre contraddistingue il SIULP, credo sia necessario aprire un tavolo di confronto con l’Amministrazione locale(Questura, ma successivamente anche Stradale - Postale) che abbia come punto centrale di discussione il nostro futuro costruito attraverso il “benessere di tutto personale”. Concetto profondo ed essenziale continuamente rivendicato dal SIULP, ma che spesso l’Amministrazione dimentica o fa finta di non ricordare. I problemi sono tanti e diffusi, come ho illustrato. Primo passo, sarebbe iniziare dai giovani operatori, motivati, preparati e disponibili. Operatori che sognano un posto in volante ed ora soffocati al corpo di guardia Prefettura/Questura. Auspico ricevano il giusto e meritato cambio. Le volanti ne saranno senza dubbio rafforzate. Credo che il nostro futuro, il futuro della Polizia maceratese, debba iniziare da qui: dai giovani, o non arriveremo da nessuna parte.

 

Buona domenica a tutti.


Macerata, 20.09.2020.

                        Il Segretario Gen.

                        Damiano Cioppettini

Whatsapp (+39) 3313697757

Tel. (+39) 3313697757

Via dei Velini 174, 62100 Macerata (MC)

©2020 di SIULP Seg. Prov. Macerata